Agevolazioni fiscali sull ' acquisto di frigoriferi ad alta efficienza energetica

Manda in pensione il vecchio Frigo.
E Risparmia!

Scegliere un frigorifero o un congelatore significa spesso destreggiarsi tra marche, caratteristiche e preferenze. Oggi, però, significa soprattutto considerare le prestazioni energetiche in termini di consumi, di costi per la manutenzione e di fine del ciclo di vita delle apparecchiature acquistate.

La Finanziaria 2007 ha favorito una scelta consapevole per l’acquisto di tali apparecchiature, predisponendo una detrazione Irpef fino al 20% delle spese effettuate (per un valore massimo di detrazione di 200 euro) per la sostituzione dei vecchi frigoriferi e congelatori con altri apparecchi di classe energetica non inferiore ad A+.

Scegli il tuo frigo (minimo Classe A+) e risparmia con gli incentivi »

Io seguo l’etichetta!

SETTORE 1: identifica il nome o il modello;

SETTORE 2: riporta le classi di consumo in ordine crescente: la lettera A indica apparecchi con consumi più bassi, fi no ad arrivare alla E, F, o G che indicano consumi sempre più elevati. In questo settore può essere riportato anche il simbolo di una margherita con una piccola E al centro, detto Ecolabel; esso è il simbolo assegnato dall’Unione Europea e sta ad indicare che quel prodotto è “più compatibile con l’ambiente”.

SETTORE 3: indica il consumo di energia espresso in kWh/anno. Il consumo qui indicato si riferisce all’apparecchio funzionante in condizioni di laboratorio che spesso sono migliori di quelle dell’utilizzo reale in casa.

SETTORE 4: in questa parte dell’etichetta vengono forniti tutti i dati necessari sulla capacità dell’apparecchio: il volume utile complessivo, in litri, degli scomparti “senza stelle”, di quelli “con le stelle”, e il tipo di scomparto a bassa temperatura.

SETTORE 5: indica la rumorosità dell’apparecchio.

Ma quanto consumo?

Osserviamo la tabella che segue: la differenza tra un frigocongelatore di classe A ed un modello di classe F, ad esempio, tradotta in costi dell’energia elettrica, è di circa la metà. Le classi A+ e A++ riducono ancora i costi di un ulteriore 25%. Quindi se rottamiamo il vecchio “frigo” potremmo risparmiare più di 120 €/anno di elettricità.

Vado in Classe A+...!!!

Con la classe A+ si identifi cano gli apparecchi di ultima generazione; essi assicurano un risparmio di energia di circa il 25% rispetto alla semplice classe A.

Come si utilizzano?

Posizionare gli apparecchi nei punti più lontani da ogni tipo di fonte di calore (fornelli, termosifoni, caldaie). Per il congelatore, una buona collocazione può essere la cantina o il garage.

Lasciare uno spazio di almeno 10 cm tra la parete e il retro dell’apparecchio in modo da permettere una buona ventilazione.

Il termostato va regolato a seconda della temperatura ambiente, sia nella stagione estiva che in quella invernale.

La posizione gli alimenti è importante: essi vanno posizionati nel ripiano più adatto, come indicato nel manuale d’uso. Generalmente, la zona più fredda del frigorifero è in basso, sopra i cassetti della verdura.

Evitare di riempire eccessivamente il frigorifero, senza addossare gli alimenti alle pareti.

Non introdurre mai cibi caldi né nel frigorifero né nel congelatore.

Tenere aperta la porta del frigo il meno possibile: fa risparmiare energia.

Riportare la manopola del congelatore in posizione di “conservazione” dopo aver surgelato i cibi alla temperatura più fredda.

Come mi mantengo giovane...

Leggere sempre le istruzioni è un ottimo modo per mantenere in forma i nostri frigocongelatori. Basta seguire le semplici regole descritte e questi apparecchi vivranno più a lungo.

Controllare che le guarnizioni di gomma non siano scollate o deteriorate e, nel caso, sostituirle.

Pulire ogni tanto il condensatore (la serpentina posta sul retro), perché la polvere che si forma non permette un buon raffreddamento.

Sbrinare l’apparecchio quando si forma il ghiaccio, perché non solo diminuisce il raffreddamento, ma diminuisce anche lo spazio utile disponibile.

Leggere il libretto delle istruzioni ci tiene lontani da costose riparazioni e vertiginose bollette.

Scegli il tuo frigo (minimo Classe A+) e risparmia con gli incentivi »

 

Cosa devo fare
per accedere alle detrazioni?

La detrazione fi scale è prevista sino a un massimo di 200 euro ed è relativa, oltre al costo del nuovo elettrodomestico, anche alle spese di trasporto e a quelle di smaltimento del vecchio apparecchio.

Per accedere alle agevolazioni occorrerà conservare:

La documentazione attestante l’acquisto effettuato

Ossia la fattura o lo scontrino (c.d. “parlante”) contenente i dati dell’acquirente, la data d’acquisto e la classe energetica, non inferiore ad A+, dell’apparecchio acquistato;

Un’autocertifi cazione appositamente redatta,

in cui risulti la tipologia dell’elettrodomestico sostituito (frigorifero, congelatore, ecc.) e le mo- dalità utilizzate per lo smaltimento dello stesso. Tale documentazione deve contenere indicazioni precise sui soggetti (imprese o enti) che hanno provveduto allo smaltimento delle apparecchiature.

Non è importante il sistema di pagamento scelto: il frigocongelatore può essere acquistato a rate o in qualunque altra modalità. La detrazione sarà comunque calcolata in un’unica rata nella dichiarazione dei redditi di riferimento per il periodo d’imposta in cui sono state sostenute le spese.

Bisogna fare attenzione che il comma 353 della legge n. 296 del 2006, che ha predisposto questo tipo di detrazione fi scale, si riferisce esclusivamente alla sostituzione e non al primo acquisto; l’Agenzia delle Entrate, infatti, accetterà la detrazione del 20% delle spese sostenute, solo per gli apparecchi di classe non inferiore ad A+, che vadano a sostituire vecchi modelli.

Per poter usufruire del benefi cio fi scale l’acquisto va effettuato entro il 31/12/2010.

È arrivata la Timeline!

Timeline ti aiuta a ritrovare i prodotti che hai visto,
cercato o aggiunto al carrello.

E se navighi tra web e mobile, continui lo shopping
senza ricominciare da capo.

Il tuo tempo è prezioso, per questo amerai Timeline.

Continua

Continuando, attiviamo Timeline sul tuo Profilo.
Per disattivarla, vai alle Impostazioni del servizio