Guida alla scelta del climatizzatore

Fisso o portatile? Dipende dalle tue esigenze

È la prima e la più importante decisione da prendere per acquistare un climatizzatore che corrisponda alla proprie necessità.

Condizionatore fisso

Se devi climatizzare più ambienti o grandi locali, è consigliabile puntare alla massima efficienza e alla maggiore silenziosità possibili: la scelta migliore consiste in un condizionatore fisso. Richiede sì l'installazione da parte di un tecnico specializzato, ma dal momento che il compressore è separato dall'unità che eroga l'aria (il cosiddetto "split") e viene posizionato all'esterno dell'abitazione, il suo funzionamento risulta particolarmente silenzioso e lo scambio di calore molto efficace. Se il locale da climatizzare è uno, va bene optare per una soluzione "monosplit"; se invece i locali da climatizzare fossero più di uno, è possibile (e consigliabile) optare per una soluzione "multisplit", che associa ad un unico compressore più unità di erogazione dell'aria.

Vedi tutti

Condizionatore portatile

Se devi climatizzare piccoli ambienti singoli (fino a 40 m²), desideri spostare il condizionatore da una stanza all'altra, o vuoi evitare i fastidi dell'installazione, la scelta migliore consiste in un apparecchio portatile. Si tratta di un dispositivo su ruote, generalmente meno potente e più rumoroso rispetto a un'unità fissa (il compressore qui è incorporato nell'unità erogante), ma comunque molto efficace. Può essere dotato di un serbatoio interno per il recupero dell'acqua di condensa, ma alcuni modelli la smaltiscono direttamente usandola come elemento refrigerante. Richiede inoltre una via d'uscita per l'aria calda estratta dagli ambienti,che può essere costituita da un foro praticato nella finestra del locale, o anche da un'anta socchiusa della stessa da cui far fuoriuscire il tubo di scarico.

Vedi tutti

I nostri consigli

Durante l'estate non è consigliabile impostare temperature eccessivamente basse sul termostato del climatizzatore. Un gradiente termico troppo elevato rispetto alla temperatura esterna, oltre ad essere dannoso per la salute, sottopone il compressore a uno sforzo inutile, che si traduce inevitabilmente in un consumo energetico più elevato. Qualcosa di simile avviene anche se ci si dimentica di pulire regolarmente i filtri del climatizzatore: un filtro intasato nuoce alla salute (dal momento che vede ridursi il proprio potere filtrante) e può abbassare drasticamente il rendimento dei dispositivi di condizionamento, soprattutto di quelli portatili.


La potenza del climatizzatore: un piccolo calcolo per un acquisto sicuro

La potenza di un climatizzatore, ovvero la sua capacità di rinfrescamento, si misura in BTU/h e deve essere congruente con le dimensioni dell'ambiente che si desidera climatizzare: scopri la (Tabella proporzione m2 / BTU/h). Si tratta probabilmente del secondo criterio più importante nella scelta del condizionatore, dal momento che ne determina l'effettiva efficacia in relazione alle proprie esigenze. Per ottenere la potenza necessaria alla climatizzazione di un determinato ambiente, è sufficiente moltiplicarne il volume per 100. Una stanza di 4 metri di lunghezza, 3 di altezza e 5 di larghezza, richiederà un condizionatore capace, approssimativamente, di 6.000 BTU/h. Le caratteristiche dei locali e il loro posizionamento possono però influire sull'attendibilità di questo calcolo: ambienti caratterizzati da un forte irraggiamento solare (tipico delle mansarde), rivolti a sud o ad ovest, oppure dotati di ampie superfici vetrate, possono richiedere un impianto di condizionamento più potente.

Trova il condizionatore perfetto per il tuo ambiente

Altre tecnologia da considerare

Pompa di calore: climatizzare anche in inverno

Alcuni climatizzatori, oltre alla consueta tecnologia di raffreddamento, sono dotati anche della cosiddetta "pompa di calore". Si tratta di un dispositivo che inverte il meccanismo di funzionamento "solo freddo" dei condizionatori standard: l'apparecchio preleva il calore all'esterno e lo immette nell'ambiente interno, funzionando come una sorta di calorifero. Il rendimento è legato alla temperatura esterna e il processo è conveniente in termini di consumi soprattutto se gli ambienti da riscaldare non sono particolarmente ampi (al di sotto dei 50 m²).

Vedi tutti


Controllo Wi-Fi: controllare il climatizzatore ovunque tu sia

Per scegliere il condizionatore più adatto a te, devi tenere conto della presenza (o meno) della connettività Wi-Fi. I modelli che ne sono dotati ti permettono di controllare e gestire il climatizzatore tramite smartphone, tablet o PC, risparmiando così energia: tramite l'app dedicata, puoi infatti programmare il condizionatore in base alle tue esigenze, ovunque tu sia.

Vedi tutti


Classe Energetica: scegliere l'efficienza

Un altro criterio importante per la scelta del condizionatore è la classe di efficienza energetica, indicata su un'etichetta energetica di cui sono dotati tutti i grandi elettrodomestici principali. La classe di efficienza energetica è un sistema di classificazione europeo degli elettrodomestici in base al loro consumo medio annuo, come misurato in laboratorio. Comprende in tutto 10 classi, dalla A+++ (massima efficienza energetica) alla G (efficienza energetica minima).

Vedi tutti

Funzioni accessorie: scegli in base alle tue esigenze

Tecnologia Inverter: ti permette di risparmiare fino al 40% di energia rispetto alla vecchia accensione on/off, modulando la potenza del compressore sulla base delle necessità, senza mai spegnerlo del tutto.

Funzione separata deumidificazione: ti permette di ridurre l'umidità dell'aria senza ricorrere al raffrescamento. Spesso è sufficiente per ripristinare una "temperatura percepita" piacevole.

Funzioni "sleep": ti permettono di impostare una temperatura che segue l'andamento del calore corporeo durante la notte, o di ridurre la potenza del compressore per diminuirne la rumorosità.

Sistemi di "autoclean": questi sistemi sono utili per eliminare l'umidità interna al climatizzatore, evitando la proliferazione di muffe e batteri, tra le cause principale dei cattivi odori.

Filtri purificanti: questi filtri catturano la polvere in sospensione dell'aria, e abbattono virus, batteri e allergeni. Sono ideali se tu o i membri della tua famiglia soffrite di intolleranze o allergie.

Tabella comparativa M2 / Btu/H

Ambiente da climatizzare in M2 Potenza necessaria in Btu/h Prodotti
fino a 20 7000 Vedi tutti
da 20 a 30 9000 Vedi tutti
da 30 a 40 12000 Vedi tutti
da 40 a 50 15000 Vedi tutti
da 50 a 60 18000 Vedi tutti
da 60 a 80 21000 Vedi tutti
da 80 a 100 24000 Vedi tutti

È arrivata la Timeline!

Timeline ti aiuta a ritrovare i prodotti che hai visto,
cercato o aggiunto al carrello.

E se navighi tra web e mobile, continui lo shopping
senza ricominciare da capo.

Il tuo tempo è prezioso, per questo amerai Timeline.

Continua

Continuando, attiviamo Timeline sul tuo Profilo.
Per disattivarla, vai alle Impostazioni del servizio